news spettacolo

GendErotica e Hacker Porn Film Festival si affidano al FundRaising Festival

Una fucina di creatività e sperimentazione libera, irriverente e altamente “queer infettiva”; questo vuole essere la Queer Infection Lab 2017, tre giorni di eventi, performance, arte visiva, laboratori, work in progress e ricerca, a sostegno di GendErotica e Hacker Porn Film Festival. Una rassegna o, meglio, una mostra d’arte, nel senso più ampio. La Queer Infection sarà un luogo dove scatenare energie, scambiarsi desideri, muovere collaborazioni e confronti tra chi con l’ottica queer e femminista ha intessuto il proprio lavoro di produzione artistica, analisi e approfondimento. Uno spazio sicuro per affermare la presenza attiva e determinata di una comunità romana che è anche orgogliosa crocevia di attraversamenti culturali diversi. Trans-gender, Trans-migrante, Trans-formazione.
Il filo conduttore di questa edizione della Queer Infection è proprio il concetto di LAB. Sono stati scelti soprattutto work in progress o realizzazioni site specific che nascono proprio in comunione con il luogo e il contesto che li ospita; progetti in divenire, progetti che ancora vogliono nascere e cercano relazioni. Non solo quindi lavori finiti da andare a guardare, ma processi creativi da condividere e a cui partecipare.
Sono oltre 50 artist*, per 10 paesi di provenienza, che offrono generosamente il proprio lavoro per tentare di permettere il sovvenzionamento di due festival importanti del panorama queer romano: *GendErotica – contaminazioni di arte queer*, festival internazionale che vanta già 4 strabilianti edizioni, e che quest’anno avrebbe dovuto vedere un nuovo appuntamento, ma che è rimasto sospeso per totale assenza di fondi; *Hacker Porn Film Festival*, neonato evento del panorama queer romano, dedicato alla rappresentazione dei corpi, che già dalla sua prima edizione ha saputo catturare la curiosità del pubblico, colmando quello che è senza dubbio un vuoto nella programmazione cinematografica italiana.
Avremo un luogo o, meglio, più luoghi, tutti situati al Pigneto, che sono oggi i nostri complici, e dove attendiamo tutt* per scatenare la propria esuberante favolosità
L’evento è dedicato a Diane Torr, grande padre dei drag king, prematuramente scomparsa 4 mesi fa, e grazie a* quale molto di tutto questo è iniziato. Queer Infection Lab ha ricevuto il patrocinio dal Goethe Institut. I costi dei biglietti partono da € 6+. Cosa significa 6+ ? Che con soli sei euro si può accedere agli eventi giornalieri e che, se si può, si può donare di +.
Per tutte le informazioni:
www.facebook.com/events/112796872791314/
www.facebook.com/GendErotica
www.hackerpornfest.com
genderoticafestival@gmail.com
Per ulteriori informazioni siamo disponibili al 339/2285458

navigate_before
navigate_next