news

Arriva Gustosando in Valtellina per riscoprire i piatti e i vini della tradizione

Conto alla rovescia per *Gustosando in Valtellina*, gli itinerari enogastronomici in bassa Valtellina e valli alla scoperta dei piatti della tradizione e dei vini valtellinesi.
Dal 29 settembre vi aspetta un’esperienza unica, a piedi, immersa nella natura, tra splendide viste panoramiche, antichi borghi, massi erratici, cappellette votive e scorci indimenticabili.
Percorsi all’insegna del gusto e della cultura sulla Costiera dei Cech, che inizia a tingersi dei caldi colori autunnali, in Valgerola e nella Valle del Bitto di Albaredo, nei quali esplorare le origini, i valori e le tipicità di questi caratteristici luoghi montani.
Piacevoli e appetitose passeggiate nella suggestiva atmosfera di storiche corti e cantine, durante le quali si potranno degustare prodotti tipici e ricette di antica memoria, abbinati ai prestigiosi vini DOC e DOCG della Valtellina e alle etichette prodotte sui terrazzamenti della Costiera.
Orari e *programma* online su www.gustosandoinvaltellina.com.
*Ca**lendario*:
– 29/30 settembre e 6/7 ottobre Dazio e Civo;
– 29/30 settembre e 6/7 ottobre Gerola Alta;
– 30 settembre e 7 ottobre Sentiero del Vino;
– 6/7 e 13/14 ottobre Albaredo per San Marco;
– 6/7 e 13/14 ottobre Mello in Cantina e Bollicine nelle corti;
– 6/7 e 13/14 ottobre Traona in Cantina;
– 27/28 ottobre Invölt da Dubin.
I *pass* sono acquistabili su www.gustosandoinvaltellina.com, ad esclusione del “Sentiero del vino” per cui è obbligatoria la prenotazione al numero 0342 601140. Inoltre, durante i giorni della manifestazione, si potranno comprare a Morbegno in piazza S. Antonio e in piazza Bossi, e in loco, nei vari punti vendita dei comuni coinvolti.
Trasferimenti comodi grazie alle *navette gratuite* da Morbegno, con partenza 30 minuti prima dell’apertura e ritorno fino a 30 minuti dopo la chiusura: piazza Bossi per Dazio e Civo, Sentiero del Vino, Mello e Traona; via Rivolta per Gerola Alta; piazza S. Antonio per Albaredo per S. Marco. L’accesso ai tour enogastronomici è consentito *esclusivamente* ai possessori del *pass*, che include le degustazioni di prodotti tipici abbinati ai vini e il calice ufficiale della manifestazione. Inoltre dà diritto all’utilizzo delle navette ed è *valido per l’intero fine settimana prescelto*. Previsto il *pass* *ridotto* per i *minori* e gli *astemi*, a cui verrà consegnata una bottiglia d’acqua invece del bicchiere.